IL BISONTE BATTUTO A PALAZZO WANNY DALL’ALLIANZ SECONDA IN CLASSIFICA

17 Dic 2023

IL BISONTE FIRENZE 0

ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO 3

 

IL BISONTE FIRENZE: Acciarri 1, Ribechi, Ishikawa 13, Leonardi (L), Battistoni 1, Alsmeier 7, Lazic, Mazzaro 4, Graziani, Agrifoglio, Kraiduba 15, Stivrins. All. Parisi.

ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO: Cazaute, Malual, Heyrman ne, Folie (L2) ne, Orro 8, Prandi ne, Pušić, Rettke 2, Bajema 12, Sylla 11, Egonu 16, Daalderop ne, Candi 8, Castillo (L1). All. Gaspari.

Arbitri: Cavalieri – Salvati.

Parziali: 19-25, 22-25, 20-25.

Note – durata set: 23’, 27’, 25’; muri punto: Il Bisonte 3, Milano 9; ace: Il Bisonte 4, Milano 6; spettatori: 1005.

Come da pronostico, l’Allianz Vero Volley Milano si impone a Palazzo Wanny contro Il Bisonte Firenze, che a una giornata dalla fine del girone d’andata torna al nono posto in classifica: l’ottavo, occupato da Vallefoglia, dista due lunghezze, e dunque per qualificarsi ai quarti di Coppa Italia servirà vincere a Cuneo sabato sera e sperare in un ko della Megabox con Milano. Il 3-0 subito dalle milanesi non rispecchia totalmente l’andamento della partita, con le bisontine che forse avrebbero meritato un po’ di più, anche se nei momenti decisivi si è vista la differenza di valore fra le due squadre: in tutti e tre i set c’è stato equilibrio più o meno fino ai punti finali, quando l’Allianz si è dimostrata più cinica, accelerando anche grazie alla regia perfetta di Orro, premiata come MVP di un match in cui ha realizzato la bellezza di otto punti, sei in attacco e due in battuta.

Coach Parisi, senza l’indisponibile Cesé Montalvo, schiera Battistoni in palleggio, Kraiduba opposto, Ishikawa e Alsmeier in banda, Graziani e Mazzaro al centro e Leonardi nel ruolo di libero, mentre Gaspari risponde con Orro in regia, Egonu opposto, Sylla e Bajema in posto quattro, Candi e Rettke al centro e Castillo libero.

Ottimo inizio di Firenze, organizzata in difesa e pungente in attacco, con Ishikawa e Kraiduba che scavano il primo break (9-7) e poi Alsmeier che trova l’ace dell’11-8: Milano reagisce con due muri consecutivi di Candi per l’immediata parità (11-11), poi Orro (fastidiosissimo il suo turno in battuta) mette l’ace dell’11-12. L’Allianz continua a spingere e trova il + 2 col primo punto in attacco di Egonu (13-15), Ishikawa impatta subito (15-15), ma l’errore in attacco di Kraiduba vale il nuovo – 2 (15-17) e Parisi spende il suo primo time out: Milano allunga ancora col muro di Egonu (15-19), Parisi prova il doppio cambio con Agrifoglio e Lazic per Kraiduba e Battistoni e la sua squadra non si arrende, tanto che sul muro di Mazzaro del 18-20 è Gaspari a fermare il gioco. Il Bisonte prova a tenere il cambio palla con Alsmeier (19-21), poi però l’Allianz accelera con Egonu e Sylla (19-23), e dopo il muro di Rettke è Egonu a chiudere con la parallela del 19-25.

Nel secondo set Firenze mantiene alto il proprio livello e dopo una fase equilibrata Alsmeier e Ishikawa mettono giù i palloni del + 2 (9-7), con Gaspari che chiama time out e la sua squadra che reagisce subito con Egonu e il muro di Candi (9-10): Il Bisonte torna avanti con Kraiduba (13-12), un paio di errori consegnano di nuovo il + 2 a Milano (14-16), sul 15-16 entra Cazaute per Bajema ma adesso le bisontine fanno fatica a mettere palla a terra e Egonu ne approfitta con il mani-out del 15-18 che costringe Parisi al time out. Dal 15-19 arriva la reazione che serve per tornare sul 18-19 anche grazie a un paio di errori delle ospiti, poi sul 20-21 entrano Stivrins per Graziani e Ribechi in battuta per Mazzaro, e Ishikawa impatta sul 21-21, ma dopo l’invasione di Stivrins Ishikawa mette out, e sul 21-23 Parisi spende il secondo time out: Malual (entrata per Candi) sbaglia la battuta, Bajema però firma il 22-24 e Orro trova di seconda il punto del 22-25.

Nel terzo ancora una volta Il Bisonte parte forte (3-0), ma Milano rientra subito con Bajema (3-3), poi si gioca punto a punto fino a quando Egonu si presenta al servizio e trova l’ace del 12-14 che costringe Parisi al time out: sul 13-15 entra Cazaute per Bajema, dopo un’altra fase equilibrata l’ace di Sylla vale il 16-19, poi entra Acciarri in battuta per Mazzaro e trova l’ace del 18-19, ma l’attacco di Bajema e il muro di Orro valgono il nuovo + 3 (19-22) e allora Parisi ferma di nuovo il gioco, per poi inserire Agrifoglio e Lazic per Kraiduba e Battistoni, ma senza riuscire a evitare il 20-25 ancora firmato da una straordinaria Orro col tocco di seconda.

LE PAROLE DI CARLO PARISI – “Avrei voluto vedere una squadra più aggressiva in tutti i fondamentali: abbiamo avuto un po’ di problemi nel cambio palla, abbiamo perso il centro della rete e in alcuni momenti abbiamo subito la loro grande fisicità. Avremmo potuto fare di più nella gestione dei primi tocchi e degli attacchi, anche se è vero che è difficile giocare alle loro altezze: qualcosa di buono è stato fatto, ma mi sarebbe piaciuto vedere un po’ di spavalderia in più. Avevo messo in preventivo il fatto che nei momenti in cui loro giocavano bene sarebbe stato difficile fermarli, ma secondo me avremmo potuto giocarci meglio le nostre chance”.

ALTRE NEWS

I NOSTRI SPONSOR